I pulcini sono creature molto delicate e che devono essere cresciute in ambienti riscaldati e al sicuro, in modo da rafforzare le loro difese immunitarie. Se nelle loro prime settimane di vita non ricevono una temperatura ideale, possono sviluppare diversi problemi quali malattie, rischio di mortalità elevato, sviluppo rallentato.

Quali sono le considerazioni da fare sul modo giusto con cui riscaldare i pulcini?

Come riscaldare i pulcini e proteggerli dal freddo, soprattutto quelli appena nati

Garantire una temperatura adeguata è cruciale per assicurarsi che i pulcini abbiano le condizioni ideali per crescere in modo sano. Il calore – erogato da lampada a calore o a infrarossi – deve propagarsi a tutto il recinto, incluso il pavimento. I pulcini nascono a una temperatura di 32 gradi e, ogni settimana, occorre procedere ad abbassarla di due o tre gradi. Così facendo, i pulcini di 16 giorni di età verranno mantenuti a una temperatura di 26/28 gradi. La temperatura deve essere ridotta per le successive 5-8 settimane: al termine di questo periodo potranno uscire e spostarsi a un pollaio collegato all’esterno

Nei primi tre giorni di vita bisogna garantire ai pulcini appena nati un’illuminazione per 21-23 ore al giorno, calando nelle tre settimane successive a 16 ore al giorno e poi a 10/12 ore di luce quotidiane, in modo da garantire un corretto sviluppo dell’uccello.

A quale temperatura devono stare i pulcini nella chioccia artificiale

Nel corso della prima settimana di vita, i pulcini dovrebbero essere esposti tutto il giorno a una temperatura di 32-35 gradi. Prima del loro arrivo dobbiamo preparare la macchina riscaldante in modo che sia già predisposta per accoglierli.

Con il passare del tempo le loro esigenze di riscaldamento caleranno e si potrà settimanalmente calare la temperatura progressivamente di 2,5/3 gradi.
A partire dalla seconda settimana possiamo scendere a un range di 29-32 gradi. Nella terza settimana caliamo a 25-29 gradi. Nella quarta settimana possiamo mantenerci sui 22-25 gradi. Dalla quinta alla settima settimana una temperatura ottimale si attesta sui 21-24 gradi Celsius. Dopo tale periodo i pulcini non hanno più un bisogno così rigoroso di una precisa temperatura, ma è opportuno non scendere mai sotto il 18 gradi Celsius.
Quando si raggiunge una differenza tra la temperatura dell’ambiente uguale alla progressiva riduzione del calore irradiato dalla lampada (ovvero, quando la temperatura di partenza prodotta dalla macchina viene ridotta settimanalmente fino a eguagliare quella del locale) allora può essere spenta.

Quanto tempo devono rimanere i pulcini nella chioccia artificiale?

Dopo la schiusa delle uova, i pulcini dovrebbero essere posti sotto una chioccia artificiale, un apparecchio nel quale le uova ricevono la temperatura e l’umidità richiesta.

Quando non è disponibile una gallina che accudisca i piccoli, infatti, si può ricorrere a una apposita piastra riscaldante che garantirà loro le condizioni opportune per schiudersi. Essa presenta un termostato integrato che ne regola il livello di calore sulla base della temperatura dell’ambiente nel quale è collocata.

La chioccia artificiale è una soluzione più efficace rispetto alle lampade infrarosse: rispetto a queste ultime non produce luce, e in questo modo i piccoli avicoli non subiscono stress da illuminazione innaturale e crescono in modo più naturale. Le chiocce artificiali sono molto convenienti siccome non consumano la stessa energia che serve alle lampade a infrarosso.

I pulcini devono avere abbastanza spazio a disposizione. Nei primi 14 giorni di vita non dobbiamo concentrare più di 40 esemplari per metro quadro. Dopo i 15 e fino ai 42 giorni di vita non dobbiamo raccogliere oltre 20 esemplari per metro quadro. Dopo i 42 giorni dobbiamo limitarci a 10 esemplari per metro quadro.

Dopo 5-8 settimane i pulcini inizieranno a presentare le loro piume da adulti, e sulla base di ciò potete basarvi per toglierli dall’incubatrice. Già a partire dalle tre settimane è possibile pensare di farli uscire dall’incubatrice nelle ore centrali della giornata ma facendo attenzione che non subiscano variazioni di temperatura troppo rilevanti.

Come capire se i pulcini hanno caldo

Se vediamo che i pulcini si allontanano dalla fonte di calore, tendono a bere molto e ad arruffarsi le piume, probabilmente avvertono troppo caldo, una condizione che li può portare a disidratarsi.

Come capire se i pulcini hanno freddo

Se vediamo che i pulcini tendono a non muoversi, si avvicinano alla fonte di calore oppure se tendono ad ammassarsi tra loro è un segnale che avvertono freddo. Possiamo inoltre toccare le loro zampe per appurare se sono fredde, e capire se occorre aumentare il riscaldamento.

Come proteggere i pulcini dal freddo

Il pollaio è destinato ad accogliere galli, galline e pulcini e per risultare accogliente deve mantenerli al sicuro da spifferi e umidità. Per questo occorre d’inverno fare sparire ogni traccia di neve, magari disponendo uno strato di paglia per fare sì che le zampe degli avicoli si mantengano al caldo. Se il freddo è troppo pungente, si può inserire nel pollaio un riscaldatore da attivare quando le temperature scendono sotto i 5 gradi centigradi. 

Se vuoi vedere tutti i nostri prodotti Clicca qui.
Acquista dallo Store Ufficiale River Systems Amazon qui.