Mangiatoie e abbeveratoi: quanti per galline?

Mangiatoie e abbeveratoi: quanti per galline?

Quanti abbeveratoi e quante mangiatoie sono necessari in un pollaio? In tutti e due i casi si tratta di accessori che rivestono un ruolo di primo piano per la salute e, in generale, per la sopravvivenza delle galline. Conoscere più da vicino questi prodotti permette di capire anche quali e quanti comprarne. 

In generale, sia le mangiatoie che gli abbeveratoi devono essere robusti, in modo tale da non poter essere ribaltati, evitando, così, che le galline vadano a razzolare al loro interno (senza dimenticare che il cibo per terra può attirare animali che portano malattie, come gli uccelli e i roditori). 

Generalmente, per un numero di galline superiore a 10, occorre avere a disposizione un abbeveratoio da 25 litri e una mangiatoia da 15 chili. In un pollaio che contiene fra le 5 e le 10 galline, invece, è auspicabile ricorrere a un abbeveratoio da 12 litri e a una mangiatoia da 10 chili. Infine, se le galline sono poche ci si può accontentare di un abbeveratoio da 5 litri e di una mangiatoia da 2 chili e mezzo. 

Guida alla scelta della mangiatoia giusta

La soluzione più indicata è rappresentata senza dubbio dalle mangiatoie automatiche, il cui meccanismo di funzionamento è molto semplice: nel momento in cui la gallina sale sul pedale, il cibo viene immediatamente erogato. In questo modo si prevengono sprechi di cibo, dato che il dispositivo si chiude non appena l’animale scende. 

Vale la pena sapere che per ogni gallina la quantità di cibo raccomandata è pari a 125 grammi al giorno. Le mangiatoie a pedale antispreco costituiscono solo una delle numerose alternative fra cui è possibile scegliere: è possibile trovare in commercio anche le mangiatoie a sifone e quelle a tramoggia.

Differenza tra mangiatoie a pedale e quelle a tramoggia

Le mangiatoie a pedale sono dei recipienti, in genere, costruiti in metallo o in plastica al cui interno viene collocato il cibo, che viene fatto cadere in una vaschetta situata in basso. Si tratta di un dispositivo che offre numerosi vantaggi: innanzitutto il prezzo è molto conveniente e può essere pulito senza troppi problemi.
Inoltre, il sistema a pedale impedisce che altri animali rubino il cibo destinato alle galline. 

mangeoire-à-pédale-River-Systems

Le mangiatoie a tramoggia sono, invece, recipienti che possono essere collocati sia a terra e sia fissati al muro e la cui discesa del mangime avviene gradualmente. Le galline, così, possono usufruire di una scorta di cibo sufficiente per un periodo di tempo piuttosto lungo. Per questo motivo, è una soluzione ideale per coloro che non possono dedicare molto tempo al proprio pollaio. 

mangeoire-à-trémie-River-Systems

Mangiatoie per galline: quante ne servono e cosa considerare in fase di acquisto

Qual è il numero ideale di mangiatoie in un pollaio in base al numero di galline presenti, dunque? Come si è visto, i modelli che il mercato mette a disposizione sono diversi: pertanto la risposta alla domanda dipende dal modello per cui si decide di optare. In genere, le mangiatoie a tramoggia sono più capienti e quindi possono essere presenti in numero minore. A seconda di quanto è grande il serbatoio, inoltre, può essere assicurata la costante presenza di mangime e granaglie. Una normale mangiatoia a ciotola, invece, è adatta a un numero ridotto di galline.

In ogni caso, prima di comprare una mangiatoia è necessario tenere in considerazione molteplici fattori: la capienza, la quantità di galline presenti e, infine, la frequenza con la quale vengono garantiti gli approvvigionamenti di mangime. 

Abbeveratoi: quanti ne occorrono in un pollaio

Anche in fase di acquisto di un abbeveratoio per galline occorre prestare attenzione a diverse caratteristiche: la capacità di acqua che può contenere, il numero di galline presenti nel pollaio, la frequenza con cui gli si dà da bere e la facilità di fruizione dell’acqua

Inoltre, nei mesi estivi con l’aumento eccessivo delle temperature, occorre garantire una maggiore quantità di acqua alle galline, per cui è importante inserire nel pollaio molti più abbeveratoi, meglio se collocati all’ombra. Nel caso in cui vengano posti sotto un albero, essi si possono riempire di foglie caduche o di piccoli rami, per questo motivo l’acqua deve essere pulita e cambiata frequentemente. 

Ipotizzando di avere a che fare con circa 500 volatili, il consumo medio quotidiano di acqua è di circa 100 litri. Per ogni 100 galline occorrono due abbeveratoi a sifone automatici, o in alternativa, di 2 centimetri e mezzo di spazio tra ognuno di loro, qualora vengano utilizzati abbeveratoi automatici a canaletta.

Se si opta per degli abbeveratoi automatici a tazza ne serve 1 ogni 50 capi; mentre se si utilizzano abbeveratoi a goccia ne occorrono uno ogni 30 galline. Se si decide, invece, di scegliere un abbeveratoio a sifone, occorre deve tenere in considerazione della larghezza del piatto di base. 

Un piatto da 35 centimetri, per esempio, è indispensabile per 130 galline, mentre ne serve uno da 25 centimetri in presenza di 100.  Ci si può accontentare di un piatto largo 18 centimetri quando ci sono al massimo 30 galline. 

Come si può intuire, quindi, la scelta del modello è decisiva per capire di quanti abbeveratoi si ha bisogno in un pollaio

Per ulteriori informazioni sui nostri prodotti